VI

COME
NASCE
TORNARE
A CASA

Voglio farvi una confidenza: questo Cammino è nato in risposta a una mia personale necessità. Certamente tutti sapete che, nel giudizio finale, l’elemento di valutazione dei nostri meriti sarà collegato all’amore che avremo espresso nella nostra vita. Per poter amare, dunque, da alcuni anni ero alla ricerca di un modo per aiutare gli altri, per amare il prossimo, che fosse compatibile con le mie attitudini e le mie possibilità, e con le mie energie. Sono avanti negli anni, e comincio ad avere un po’ di acciacchi: mi riesce quindi difficile fare cose troppo impegnative. Poi ho anche altri miei limiti “personali” che mi rendono difficile andare per le strade ad aiutare i barboni, o magari visitare i carcerati, oppure fare altre cose “concrete” per gli altri in modo continuativo. Da qualche tempo però ho compreso che posso amare concretamente gli altri anche pregando per loro, utilizzando la preghiera di intercessione e la comunione dei santi, che viene riaffermata ogni volta che recitiamo il “Credo”, Simbolo degli Apostoli, nella Santa Messa. E pregare mi riesce meglio che andare in giro. Ho anche capito che la preghiera di intercessione per i morenti è una delle modalità più elevate di amore per il prossimo, certamente tra le più importanti: aiutare gli altri a guadagnare il “bene eterno” ha un valore “eterno” e “infinito”. Per questo motivo, ho deciso di pregare ogni giorno per i morenti.

Pregare per i morenti per me è aiutarli a tornare a casa, perché noi veniamo da Dio, quando la nostra anima si incarna proviene da Dio, e quindi tornare a Dio equivale a tornare a casa. Per questo motivo ho avviato l’Associazione Tornare a casa, che ha come scopo principale di “pregare per i morenti” per aiutarli, appunto, a “tornare a casa”.

In questo modo, chi aderisce all’associazione entra a far parte di una Comunità di preghiera, ovvero di un “gruppo” di persone che cammina “in cordata” verso il Regno dei Cieli. È una cosa bella e santa, qualcosa che ci fa sentire in comunione con Gesù: e quindi non siamo più soli, ciascuno di noi sperimenta concretamente di far parte del suo corpo mistico.

Bene, in realtà ho molto a cuore questa che per me è una perla preziosa e potrei continuare a parlarne dicendo molte altre cose.

A questo punto però concludo il mio discorso, perché vorrei che ognuno di voi provasse a rifletterci sopra. Vorrei che ognuno di voi provasse a chiedersi se può far suo questo progetto. E se pensate che anche per voi sarebbe bello aiutare il prossimo pregando per i morenti, potete entrare nell’associazione Tornare a casa, contattandomi per dare la vostra adesione. Trovate le indicazione necessarie nella sezione: Chi può abbracciare il Cammino.

Con affetto,
Pasquale Chiaro

Dove Siamo

TORNARE A CASA ©
[presso Appunti di Viaggio]
Via Eugenio Barsanti, 24
00146 - Roma

Contatti

associazione@tornareacasa.eu

Tel. 06 4872 5030
Cell. 340 391 5503

[ Dal Martedì al Venerdì
dalle 10:00 alle 13:00 ]